.
Annunci online

 
thedreamers 
Ecco che se ne va. Uno dei prototipi di Dio, un mutante ad alta potenzialità neanche preso in considerazione per le produzioni di massa. Troppo strano per vivere e troppo raro per morire.
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Foto
Sophia
Cure
La Torre Nera
Radio Popolare
Argine
Mark Lanegan
Libri














  cerca

         MSN: ZALCRY@VIRGILIO.IT                                      

                                                     




     

 

 

 
 


        



   

 




 






 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

  

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 


 

Diario | musica | cinema | io & me | testi | top five | diacoli vari | proud powerful'n' alive |
 
cinema
1visite.

10 febbraio 2008

*****

 "Hi effy, I'm Jesus Christ!"
(skins)




permalink | inviato da the dreamers il 10/2/2008 alle 10:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

30 dicembre 2007

-----3

" Nel momento in cui capisci che la tua vita finirà comunque, importante diventa decidere come andarsene, se in piedi o in ginocchio".
(the Kingdom)




permalink | inviato da the dreamers il 30/12/2007 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

4 gennaio 2007

PICCOLO CINEMA ONIRICO

Suona vuoto lo so.
Si sono portati via anche i mobili e le sedie di questa casa.
Povera casetta.
In realtà dovrei dare una mano di pittura, di quelle moderne che vanno di moda oggi.
La stanza blu, le locandine dei film alle pareti, un bel balcone che guarda sui monti innevati.
Invece tutto rimane uguale.
Il 2007 è iniziato.
L'aria di cambiamento  spettina il bianco che c'è in me.
Tutto cambia  se anche i capelli verdi il 31 diventano rossi.
Meglio i capelli rossi con gli occhi azzurri o i capelli verdi con gli occhi rossi da Playstation?
Guardo e osservo.
Se mi guardi vedi.
Se mi vedi pensi.
Guardarti negli occhi non è mai stato così difficile come ora.
Preferisco osservare la punta dei tuoi anfibi e tornare nella mia casa vuota.






permalink | inviato da il 4/1/2007 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

24 settembre 2006

ULTIME DELUSIONI

Certo non è semplice affrontar eun film con questa tematica talmente attuale.
Non ne sono uscito molto soddisfatto.
Troppo lento, troppo radicale troppo lungo e Harvey Keitel spesso al di sotto della sua fama.
Finale scontato.
Voto: 5,5


Di ben altro spessore questo nuovo film del buon capitano Jack Sparrow vittima della maledizione del forziere fantasma.
Oddio, più che del forziere direi che il buon capitano sia rimasto vittima della maledizione del sequel.
Anche qui troppo lungo, alla fine risulta decisamente noioso  e per i miei gusti c'è troppo rumore.
Fracassone è il giusto aggettivo per questa pellicola dalla trama davvero troppo fragile.
Scordatevi le gustose battute del primo capitolo, qui il rum è stato decisamente allungato con l'acqua.
Voto: 5,5

ps. Rimanente dopo i titoli di coda, potreste, se non andate nel mio stesso cinema dove il tutto è stato abilmente tagliato, trovare un qualcosa di decisamente simpatico.





permalink | inviato da il 24/9/2006 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

21 maggio 2006

THE DEVIL'S REJECTS


Fuori dai denti....questo film è un capolavoro! Un vero e proprio inno all'horror come non se ne vedevano da anni.Il secondo episodio delle avventure della famiglia Firefly ricomincia esattamente laddove era finito il primo, lo splendido "LA CASA DEI 1000 CORPI" 
La polizia assedia la fattoria dove l'allegra famigliola sta beatamente riposando dando il via al secondo capitolo della saga.
Ovvio che Rob Zombie abbia affinato la tecnica, lasciando da parte qualsiasi tipo di orpello per concentrarsi degnamente sulla storia.
Una storia violenta al limite del vero e proprio scontro fisicocon lo spettatore, una storia maniacale e con molta azione.
Per chi si era perso il primo episodio (grave, gravissimo) il consiglio è di vedere prima "La casa dei 1000 corpi" dove i personaggi prendono vita e assumono le caratteristiche che li porteranno ad agire in questo film.
Per chi non ne avesse voglia, per farvi capire, dicamo che perentrare nella mente della famiglia Firefly dovreste prendere i protagonisti di "Natural Born Killers" e ficcarli in una vasca piena di acido. Lasciateli in umido per qualche ora e tirateli fuori. Allora potreste avere una vaga idea di Otis, mio personaggio preferito.
Ovviamente il film è intriso, come ne l primo  di riferimenti più o meno velati ad altri film.
C'è meno ironia, ma non manca certo una buone dose di sarcasmo,
Godetevi la scena in cui Otis, nell'atto di affettare una delle sue vittime (ovviamente ci è costretto, mica perchè lo vuole) chiede al malcapitato di invocare il suo Dio, lo obbliga a invocare Dio affinchè scenda dal cielo e lo fulmini.
E non parliamo di Elvis Presley per favore ok?
Perchè anche i buoni qui, possono essere cattivi e i cattivi diventare tutti buoni.
Una colonna sonora da urlo vi accompagnerà all'inferno..perchè se Otis (un fantastico Bill Moseley) è il diavolo, deve fare le cose del diavolo.
Semplice no?
Un film speciale, un film clamoroso ovviamente passato sotto coperta perchè i vari filmetti di cassetta sono altri, con un Otis che io definirei un allucinato-figlio di puttana-sadico-indiavolato.
Ma io lo voglio così!
Unica nota negativa, come ovvio, il titolo tremendo italiano, ma tanto lo sappiamo no?






Ovviamente non posso che ascoltare:
ELVIS PRESLEY: "THE WONDER OF YOU" (e ne parlo bene!Oh... se ne parlo bene!(W il re)




permalink | inviato da il 21/5/2006 alle 18:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

20 maggio 2006


E' la storia di una società che precipita e che mentre sta precipitando si ripete per farsi coraggio:fino a qui tutto bene,fino a qui tutto bene,fino a qui tutto bene...
il problema non è la caduta ma l'atterraggio.
(l'odio)




permalink | inviato da il 20/5/2006 alle 0:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

14 maggio 2006

ROMANCE & CIGARETTES

                                       
Prendete John Turturro e frullatelo con i fratelli Coen.
Impastate  tutto con Kate Winslet (però qui non mi piaci molto, ti rivolglio come in "Eternal Sunshine"),con un enorme Christopher  Walken e un idolo come Steve Buscemi.
Mette quello che vi risulta nelle mani di Susan Saradon e di James Gandolfini.
Cosa ne esce?
Un film a metà tra il classico e il musical, un film colorato e decisamente fuori dagli schemi.
Anche alcune perplessità.
Primo il film è troppo lungo e giusto per la struttura che porta avanti dall'inizio alla fine, può risultare stancante all'occhio distratto  dello spettatore.
Secondo, nell'ultimo quarto la trama  lascia a desiderare.
Alcune scelte appaiono tirate per i capelli e non c'è più l'impatto di forte ironia dei primi minuti.
In ogni caso, un buon film, niente di memorabile ma sicuramente godibile.
Ottima la colonna sonora.






permalink | inviato da il 14/5/2006 alle 13:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

1 maggio 2006

FACTOTUM




Ecco il classico esempio di film che non vorresti vedere per motivi tuoi, ma che ti ritrovi a vedere per ovvia curiosità.
Nessuna frase può essere più calzante per il film in questione, "Factotum" liberamente tratto dal secondo libro di Bukowski.
Premettendo che per il sottoscritto Hank è assolutamente sinonimo di Bibbia, devo dire che il film non mi è piaciuto affatto.
Ok ok lo so. Ho la mia particolare fissazione per personaggi e modi di fare e qualcuno potrà dire che mi sarebbe sembrato inadeguato a prescindere.
Ma vi faccio riflettere su una cosa. Avete letto almeno un libro di Bukowski?
Non importa se vi ha fatto schifo o se lo  avete amato alla follia.
Secondo voi quello che trasmette quest'uomo è ricreabile sul grande schermo?
Bukowski non è solo sesso e cavalli, come invece sembra dal film.
C'è molto di più e non starò a farvi la morale.
Una morale che nel film non viene nemmeno scheggiata, un film che non parla di perdenti e neppure di vincitori, un film piatto all'infinito.
Se vi piace il genere, lo troverete molto carente.
Se lo odiate o se odiate il buon Chinaski, non resisterete nemmeno dieci minuti alla proiezione.
Nemmeno se l'interprete principale, il maledetto, è un certo Matt Dillon, che a onor del vero sembra voler svolgere il suo compitino il prima possibile per passare alla cassa a ritirare la vincita.

Certe pagine, lasciatele sulla carta, lo schermo è troppo piccolo per contenerle.


ASCOLTO:  "BORN FROM FIRE" AMORPHIS (ma non mi convince molto)




permalink | inviato da il 1/5/2006 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

25 aprile 2006

L'ERA GLACIALE 2



Chi mi conosce sa che (nel genere) "L'era glaciale" è il mio cartone animato preferito.
Capirete così come il secondo capitolo della saga fosse  atteso con molta apprensione.
Si sa che un  secondo episodio è sempre un terno al lotto, quindi non mi restava che presentarmi al cinema (munito di tessera auto-ricaricabile) per controllare di persona le sorti della ghianda più irraggiungibile della storia.
In effetti tutta la storia, che non vi starò a riassumere ma che si basa sui problemi dovuti al disgelo dei ghiacci, fa decisamente  il verso al primo episodio.
La grafica è molto simile, si inseriscono ovviamente nuovi e simpatici personaggi e se mai possibile qui si ride di più.
Ci si basa soprattutto sulla comicità e  questo forse è un pochino il limite del film.
Di base infatti la storia offre pochi spunti e anche la famosa storia d'amore che non vi svelo è  un decisamente troppo superficiale.
Mi aspettavo qualcosa di più profondo.
In ogni caso, un buon film, divertente che vi farà uscire  di buon umore dalla sala.
Tra l'altro, se siete appassionati, potrete trovare un richiamo a uno dei film più belli e divertenti degli  ultimi  uhm.....ventisei  anni.

Ringraziamento particolare ad "Alzata con pugno" per avermi accompagnato nonostante avesse un milione di impegni.

ps. un consiglio: restate a godervi  tutti i titoli di coda, potrebbe esserci ancora qualcosa da vedere.

ASCOLTO: AT LAST - NEKO CASE




permalink | inviato da il 25/4/2006 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

21 aprile 2006


"Ti stimo molto"
(Volevo solo dormirle addosso)




permalink | inviato da il 21/4/2006 alle 21:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre